Twitter, arrivano i sondaggi nei "cinguettii"

di FutureMagazine.it
pubblicato venerdì 25 settembre 2015

Potrebbe arrivare a breve la nuova opzione “Poll”, con cui i microblogger riusciranno a porre domande direttamente ai follower senza affidarsi ad applicazioni di terze parti o a link esterni. Un rappresentante dell’azienda avrebbe già confermato l’indiscrezione.

Twitter vuole portare al proprio interno alcune funzionalità fino ad oggi demandate ad applicazioni separate o di terze parti. Secondo quanto riportato da un cronista del New York Times, Mike Isaac, il social network starebbe avviando la sperimentazione di sondaggi nativi, senza quindi ricorrere a sorgenti esterne. Al momento, infatti, per creare un sondaggio e diffonderlo ai propri follower si può fare ricorso ad applicazioni come Card, che consentono proprio di arricchire i tweet con contenuti multimediali come foto, video e, appunto, sondaggi. La segnalazione di Isaac è avvenuta ovviamente tramite Twitter, con un cinguettio contenente un poll, senza link o quant’altro. Questo ha fatto quindi pensare che anche il sito di microblogging si sia imbarcato in questa nuova “avventura”, in modo da semplificare la vita agli utenti. Notizia confermata poi da un rappresentate della stessa azienda che, contattato dal sito The Next Web, ha dichiarato: “Stiamo sperimentando una nuova modalità per creare sondaggi”, forse con l’aggiunta di un pulsante ad hoc.

Non è chiaro se la funzionalità verrà prima rilasciata agli account certificati e poi a tutti, oppure se Twitter stia studiando ulteriori modalità di “distribuzione”. Nel primo caso, potrebbe accoppiarsi al progetto open source lanciato con Google che mira a sfidare Facebook e il suo Instant Articles, lo strumento con cui il social network di Mark Zuckerberg vuole rivoluzionare la fruizione di contenuti e notizie online.

L’iniziativa di Big G e dell’azienda dell’uccellino azzurro ha come obiettivo la creazione di una piattaforma aperta a tutti gli editori (ma anche ai colossi dell’It) su cui caricare e distribuire news e altro materiale multimediale. Un progetto molto simile a quello di Facebook e su cui il colosso di Menlo Park si è recentemente scatenato. Due giorni fa, infatti, il social network blu ha rilasciato la documentazione tecnica per aiutare gli editori a pubblicare più velocemente i contenuti su Instant Articles, dando loro la possibilità di rendere disponibili in tempo reale le notizie appena caricate sui singoli Cms delle redazioni.

 

 
Commenti dei lettori (0)
Trovati 0 commenti -  Mostrati da 0 a 0 - Seleziona pagina: 1
Nessun commento visualizzabile
Per postare il tuo commento devi essere loggato.Se sei già iscritto, inserisci Nome Utente e Password qui sotto.
Se non ti sei ancora iscritto, fallo subito, è gratis! L'unico dato obbligatorio è il tuo indirizzo email. Registrati.
Nome utente:
Password: