Rumors scatenati sull'iWatch di Apple

di FutureMagazine.it
pubblicato mercoledì 9 aprile 2014

Il telefono smart della casa di Cupertino potrebbe arrivare nei negozi a settembre con un prezzo intorno ai 270 dollari. Fra le caratteristiche vociferate, anche un sensore di raggi UV che segnala il rischio di scottature.

Il nome, in perfetto parallelismo con tutti gli altri prodotti Apple, non poteva che essere iWatch. Dopo Samsung e Sony, alla lista dei grandi produttori di tecnologia che si stanno tuffano nel business dei dispositivi indossabili mancava ancora la casa di Cupertino. Che adesso, però, secondo numerose indiscrezioni (alcune delle quali pubblicate dal quotidiano taiwanese Economic Daily News, altre da testate statunitensi) sarebbe sul punto di sfornare il suo primo “orologio intelligente”, puntando a produrre 65 milioni di unità per far fronte alla richiesta del primo anno.

Uno dei possibili aspetti dell'iWatch (dal sito di Techradar)


L’iWatch essere annunciato nel terzo trimestre di quest’anno e potrebbe arrivare nei negozi insieme ai nuovi iPhone, ossia fra la fine di settembre e la prima metà di ottobre. Il prezzo? Si vocifera di un listino di 269 dollari, ma in ogni caso sappiamo che per i prodotti marchiati dalla Mela questo elemento non è mai, da solo, una garanzia di successo o insuccesso commerciale.

Compreranno l’iWatch i fan di Apple attirati dal fenomeno dei “wearable device”, i dispositivi smart indossabili, resi intelligenti dai sensori e dai Gps integrati e capaci di dialogare con smartphone e tablet. Ma anche, probabilmente, tutti i curiosi che non sono stati convinti dall’estetica proposta dai modelli già in commercio, come lo Smartwatch di Samsung.
 
L’aspetto del futuro iWatch è al momento ancora un mistero, che ha già scatenato la creatività dei tanti che hanno provato a ipotizzarlo (guardate questo video realizzato da Cnet, per esempio): più grande, più piccolo, simile a un bracciale rigido con una superficie a “tutto schermo”, oppure più assimilabile a un orologio tradizionale, ma più discreto e sottile rispetto all’alternativa del concorrente Samsung. Quasi inevitabile, trattandosi di Apple, immaginarlo come un oggetto dal design minimalista e molto curato, da sfoggiare al polso con un po’ di vanità oltre che da utilizzare per le sue funzioni.

E se assomigliasse a un braccialetto, con superficie interamente sensibile al touch?


A proposito di funzioni, i rumors ne ipotizzano alcune decisamente interessanti, che dovrebbero affiancarsi – il condizionale è sempre d’obbligo – a quelle presenti sugli smartwatch già sul mercato (contapassi, lettore musicale, sveglia, servizio di notifica delle email e dei messaggi in arrivo, ecc.). Tra queste, si è parlato di un sensore in grado di misurare l’esposizione ai raggi ultravioletti e di avvertire l’utente in caso di rischio scottature. A bordo non mancheranno, poi, l’assistente virtuale di iOS, Siri, applicazioni come FaceTime e il collegamento al servizio iCloud.
 
 
Commenti dei lettori (0)
Trovati 0 commenti -  Mostrati da 0 a 0 - Seleziona pagina: 1
Nessun commento visualizzabile
Per postare il tuo commento devi essere loggato.Se sei già iscritto, inserisci Nome Utente e Password qui sotto.
Se non ti sei ancora iscritto, fallo subito, è gratis! L'unico dato obbligatorio è il tuo indirizzo email. Registrati.
Nome utente:
Password: