Milano, un tuffo nel cinema indie con il Miff

di Valentina Bernocco
pubblicato lunedì 2 maggio 2011

Undicesima edizione per il Milano International Film Festival, che apre i battenti dal 4 al 15 maggio. In programma corti, lungometraggi e documentari all'insegna del cinema indipendente

Voglia di cinema indipendente? Il Milano International Film Festival, alias Miff, è pronto a inaugurare la sua undicesima edizione, in corso dal 4 al 15 maggio. I corti e i lungometraggi proiettati saranno i vincitori degli awards assegnati da una giuria di esperi con il premio Cavallo di Leonardo.





Anche Milano, come Hollywood, per il terzo anno consecutico avrà la sue statuette, anche se rigorosamente all'insegna del cinema indie. Già dal 2009, infatti, alla semplice rassegna cinematografica concepita per le prime edizioni è stata abbinata l'assegnazione di una serie di riconoscimenti divisi in categorie – Miglior regia, Miglior recitazione maschile e femminile, Miglior montaggio, Miglior sceneggiatura, Miglior fotografia –, con tanto di nomination.
 

Miff, la locandina dell'edizione 2011.


Oltre ad alcune serate dedicate ai cortometraggi e al film di apertura, a essere proiettati al pubblico saranno poi solo i titoli premiati, tra i quali sarà poi scelto il vincitore finale del titolo di Miglior film attraverso il voto del pubblico (l'Audience's choice award). La patina di internazionalità che caratterizza tanto i nomi quanto il meccanismo della premiazione non è, in effetti, solo una patina. Il Dna del Miff è realmente internazionale, poiché la selezione dei titoli attinge al meglio della produzione straniera e italiana, spaziando fra lungometraggi, cortometraggi, documentari di giovani autori.


A ospitare le proiezioni al pubblico sarà il Cinema Gnomo di via Lanzone (zona Sant'Ambrogio). Per tutti i dettagli su come, dove e quando assistere alle proiezioni rimandiamo al sito del Milano Film Festival (qui il programma delle proiezioni). 
Biglietti singoli e abbonamenti possono essere acquistati direttamente al botteghino, salvo disponibilità, oppure in prevendita anche sul sito Ticket.it e tramite call center allo 02.54271; i ticket comprati in prevendita danno precedenza d'ingresso fino a un quarto d'ora dall'inizio della proiezione, tempo oltre in quale viene aperta la biglietteria fino a esaurimento posti.


Venere nera, di Abdel Kechiche. Un fotogramma tratto dal film.


Il film di apertura del festival, la sera del 4 maggio, sarà Venere nera del regista franco-tunisino Abdel Kechiche: la storia, ambientata a inizio Ottocento, è quella di una donna sudafricana, Saartjie, nata con alcune deformazioni fisiche che la rendono un perfetto oggetto di studio per un gruppo di scienziati europei. Per alcuni Saartjie è la dimostrazione di una presunta superiorità della razza bianca, mentre per altri è un'occasione di lucro, da sfruttare come esibizione, come "freak" nei circhi dell'Europa. Per il regista è soltanto una donna, una vittima di preconcetti e avidità collettive.



 
Commenti dei lettori (0)
Trovati 0 commenti -  Mostrati da 0 a 0 - Seleziona pagina: 1
Nessun commento visualizzabile
Per postare il tuo commento devi essere loggato.Se sei già iscritto, inserisci Nome Utente e Password qui sotto.
Se non ti sei ancora iscritto, fallo subito, è gratis! L'unico dato obbligatorio è il tuo indirizzo email. Registrati.
Nome utente:
Password: