Marshmallow, Big G si mangia il nuovo Android

di FutureMagazine.it
pubblicato lunedì 21 settembre 2015

Il 29 settembre si terrà a San Francisco un grande evento organizzato da Google, durante il quale verrà probabilmente presentata la nuova versione del sistema operativo mobile. In arrivo forse anche gli smartphone Nexus e i Chromecast di prossima generazione.

I bene informati potranno affermare compiaciuti: “L’avevamo detto”, perché effettivamente la data è giusta: Google ha fatto circolare tra i media statunitensi un invito ufficiale per il prossimo 29 settembre, data in cui il colosso di Mountain View ha promesso “gustose sorprese e molto altro”. Le indiscrezioni sul giorno giravano già dalla kermesse Ifa di Berlino: dagli stand tedeschi era infatti giunta voce di un grande evento in preparazione a San Francisco, con cui Google avrebbe (quasi) sicuramente presentato i nuovi smartphone Nexus, realizzati per la prima volta in due modelli differenti da Huawei ed Lg. Ma, considerato l’annuncio di gustose novità, è lecito aspettarsi la presentazione ufficiale anche di Android Marshmallow 6.0, il prossimo sistema operativo mobile della casa di Mountain View.

L’evento, organizzato presso i Left Space Studios di San Francisco, inizierà alle nove ora locale (vale a dire le 18 in Italia) e, dopo una presentazione iniziale, scatterà la fase “hands-on”, con cui giornalisti e curiosi (se invitati) potranno mettere le mani sui nuovi dispositivi. Dei prossimi Nexus, comunque, si sa già molto: quello prodotto da Huawei sarà il maggiore, con uno schermo da 5,7 pollici, disporrà di lettore di impronte digitali, di una fotocamera posteriore decisamente avanzata e di processore Snapdragon 810. Tre gigabyte di Ram e 32 di capacità interna completeranno il pacchetto.

Il device marchiato Lg, vendor già noto per la collaborazione con Google nel campo Nexus, avrà invece un display da 5,2 pollici, batteria da 2.700 mAh e si chiamerà Nexus 5X o semplicemente Nexus 5. Il system-on-a-chip sarà, molto probabilmente, uno Snapdragon 808 e la Ram si fermerà a due gigabyte. Ma, per rispondere alle recenti mosse di Apple in campo “televisivo”, Google potrebbe anche presentare la seconda generazione dei dongle Chromecast, che potrebbero arrivare in una forma più arrotondata e con il supporto allo standard WiFi 802.11ac.

 

 
Commenti dei lettori (0)
Trovati 0 commenti -  Mostrati da 0 a 0 - Seleziona pagina: 1
Nessun commento visualizzabile
Per postare il tuo commento devi essere loggato.Se sei già iscritto, inserisci Nome Utente e Password qui sotto.
Se non ti sei ancora iscritto, fallo subito, è gratis! L'unico dato obbligatorio è il tuo indirizzo email. Registrati.
Nome utente:
Password: