Lucio Dalla. Una vita a modo mio

di Valentina Bernocco
pubblicato lunedì 24 settembre 2012

Titolo: Lucio Dalla. Una vita a modo mio
Autore: Paolo Giovanazzi
Edizioni: Aliberti
Disponibile da: Amazon, Bookrepublic, Bol, Cubolibri
Prezzo: 6,99 euro

Fra le novità delle librerie digitali questa settimana spicca una biografia capace di raccontare l’avventura umana a professionale di un artista amato da più generazioni, ma anche un pezzetto d’Italia:  Lucio Dalla. Una vita a modo mio, uscito come instant book all’indomani della scomparsa del cantautore, nel marzo scorso pochi giorni prima di compiere 69 anni, è ora disponibile anche per la lettura tramite ebook reader.

Il lavoro di documentazione e racconto della vita di Dalla è affidato al giornalista musicale Paolo Giovanazzi, e include fra le “chicche” un’intervista inedita al chitarrista di Dalla, Ricky Portera, e una prefazione di Emiliano Liuzzi, che più volte ha scritto dell’artista bolognere dalle pagine Web di Il Fatto Quotidiano.



Queste le note ufficiali del libro:

“Sceso da Bologna a Roma all’inizio degli anni Sessanta per suonare il clarinetto in un rinomato gruppo jazz, Lucio Dalla segue una traiettoria musicale in apparenza priva di logica: convinto da Gino Paoli a presentarsi come cantante, si butta nella mischia della canzonetta rimbalzando tra festival e Cantagiri, fino a trovare la strada giusta con 4/3/1943 e Piazza Grande. Dopo i primi successi inverte la rotta, puntando sulla canzone politica insieme al poeta Roberto Roversi: sono gli anni dei dischi densi e difficili, apprezzati dal pubblico ‘impegnato’ ma lontani dalle vendite milionarie. Poi, Lucio comincia a scriversi da solo le sue canzoni, e diventa il Lucio Dalla che tutta l’Italia conosce e ama: un cantante capace nel corso degli anni di passare con la stessa naturalezza da L’anno che verrà a Caruso e di scippare il tormentone Attenti al lupo all’amico Ron per farne un successo enorme.

Ma Lucio Dalla è stato anche regista teatrale, showman televisivo, attore cinematografico e personaggio pubblico che si è schierato a sinistra senza mai rinunciare alla fede cattolica. Entrare in contraddizione con se stesso non è mai stato un problema; restare immobile sì. La sua scomparsa, avvenuta il primo marzo 2012, è probabilmente solo un incidente di percorso: è possibile che Dalla stia allestendo un musical milionario da qualche parte. O che stia suonando il clarinetto in compagnia di un jazzista in qualche bettola malmessa. Paolo Giovanazzi, da esperto giornalista musicale, ne ripercorre la storia e le tappe della maturazione artistica, attraverso gli aneddoti più curiosi e le voci delle persone che gli sono state vicine (Roberto Costa, Ricky Portera, Giovanni Pezzoli). Da quando era un ragazzino esuberante fino alla sua dolorosa scomparsa”.


 
Commenti dei lettori (0)
Trovati 0 commenti -  Mostrati da 0 a 0 - Seleziona pagina: 1
Nessun commento visualizzabile
Per postare il tuo commento devi essere loggato.Se sei già iscritto, inserisci Nome Utente e Password qui sotto.
Se non ti sei ancora iscritto, fallo subito, è gratis! L'unico dato obbligatorio è il tuo indirizzo email. Registrati.
Nome utente:
Password: